Archive for the ‘David Otunga’ Category

Novità per David Otunga

Sembra che la WWE stia studiando un maniera per dare una ventata di freschezza al personaggio di David Otunga, rivoluzionandone completamente il personaggio.

Lista dei vincitori degli Slammy Awards

Qui di seguito la lista di tutti gli Slammy Awards assegnati durante la serata, molti dei quali annunciati solo su WWE.com

  • Tell me I did not just see that: Jim Ross balla e vince il dance contest della Michael Cole’s Challenge
  • Holy shit moment of the year: Big Show e Mark Henry distruggono in ring a Veangeance dopo un Superplex
  • Pipe bomb of the year: CM Punk
  • Divalicious moment of the year: Kelly Kelly diventa WWE Divas Champion
  • OMG Moment of the year: Triple H esegue una Tombstone su Undertaker a WrestleMania XXVII
  • Trending star of the year: Zack Ryder
  • Game changer moment of the year: The Rock sfida John Cena a WrestleMania XXVIII
  • A-Lister of the year: Snooki
  • Superstar of the year: CM Punk

Annunciati su WWE.com

  • Outstanding archievement in Muppet resemblance: Sheamus e il suo lontano cugino ritrovato dai capelli rossi Beaker
  • Pee-Wee Herman Bowtie Award: David Otunga e il suo abito da affari da Harvard-law-by-way-of-the-Playhouse
  • Most predictable outcome of the year: Kevin Nash esegue la powerbomb su Santino Marella
  • Return of the year: The Rock
  • Double vision moment of the year: Sin Cara vs Sin Cara
  • T-Shirt of the year: CM Punk’s “Best in the World”
  • WWE.com Exclusive of the year: John Laurinaitis “si congratula” con CM Punk
  • Most regrettable ring attire of the year: Michael Cole vestito da Triple H
  • Critter moment of the year: Il topolino che passa alle spalle di Alberto Del Rio
  • Superstar transformation of the year: Zack Ryder

News dall’ultimo RAW

Con la vittoria di John Cena su Rey Mysterio e la conquista del titolo WWE, il wrestler di West Newbury (Massachussetts) è diventato nove volte WWE Champion: in questo modo, John Cena ha strappato un record a Triple H. Triple H deteneva il record di volte in cui è entrato in possesso del WWE Title (8 volte), mentre Cena, ieri sera, ha toccato quota 9 volte.

Se John Cena dovesse mantenere il titolo fino e oltre giovedì, supererebbe Pedro Morales, raggiungendo il quarto posto nella classifica di giorni totali passati da WWE Champion, arrivando a 1028 giorni di regno.

Al termine della puntata di RAW, sappiamo, c’è stato anche il ritorno di CM Punk ancora in possesso del suo WWE Title, creando uno scenario strano: adesso, a RAW, ci sono due WWE Champion. John Cena, a proposito di questo, ha scritto: “CeNation. Il campione è qui. Il campione è lì. Sembra che potremmo avere la situazione nelle nostre mani”.

The Miz sembra che, però, non apprezzi moltissimo la situazione che si è creata con i due campioni: “Ooooo… Punk e Cena. La nuova WWE di Triple H sembra tanto la vecchia. Sì, ho due parole per voi…”

E tornando a CM Punk, la Straight Edge Superstar è tornata con una nuova theme song che ha spiazzato tutti al momento del suo ritorno. La theme in questione è “Cult of Personality” dei Living Colour: Punk la utilizzava quando militava nella Ring of Honor nel periodo prossimo al suo abbandono, quando era ROH Champion.

Anche Dolph Ziggler si è presentato con una nuova theme song. In realtà si tratta sempre di “I’m Perfection” riarrangiata, però, dai Downstait. I Downstait sono gli stessi che hanno fatto la theme per The Miz e Alex Riley.

Infine, Santino Marella ha informato i suoi fans su Twitter che, durante i tapings di WWE Superstar, si è rotto il naso durante il match che lo vedeva coinvolto. Marella era in coppia con Chris Masters contro i WWE Tag Team Champion David Otunga & Michael McGillicutty.

Che fine farà il Nexus dopo CM Punk?

Dopo la partenza di Punk il 17 luglio, il Nexus rimarrà senza leader e, probabilmente, sarà la sua naturale fine.

La WWE starebbe pensando di unire Zack Ryder agli attuali WWE Tag team Champions David Otunga e Michael McGillicutty per formare un nuovo gruppo, dato che i campioni di coppia rimarranno orfani del Nexus.

Quanto a Mason Ryan, fermo ai box per un infortunio, la WWE starebbe pensando di ricreare il suo personaggio, affiancandolo come bodyguard a The Miz o Alberto Del Rio.

WrestleMania: nuove voci per dei match

Se, in seguito alla scambio di sguardi avvenuto alla Royal Rumble, si è pensato ad un possibile match fra Big Show e Diesel, adesso circola una nuova voce: sembra che i due giganti possano fare coppia a WrestleMania contro il Corre e, precisamente, contro Heath Slater e Justin Gabriel. Il match potrebbe essere addirittura un Handicap match che vedrebbe da un lato Big Show e Diesel, contrapposti a Slater, Gabriel ed Ezekiel Jackson.

Questo, ora, dovrebbe cambiare i piani originali che prevedevano uno scontro fra le due stable della WWE. Infatti si parlava di un 6-Man Tag team match che avrebbe coinvolto Nexus e Corre (precisamente McGillicutty, Otunga e Ryan da un lato e Slater, Gabriel e Jackson dall’altro). Tuttavia, dopo quello che è successo a RAW (Randy Orton ha colpito con il Punt Kick McGillicutty), il match sembra essere saltato.

Spiegato il motivo dell’allontanamento di Harris

La WWE ha fatto subire il Punt Kick ad Husky Harris per allontanarlo dalle scene in quanto non è contenta del suo peso e della sua forma fisica, e quindi hanno optato la strategia dell’infortunio a causa del calcio alla testa rifilatogli da Randy Orton.

Harris, dunque, è attualmente fuori dalla contesa che vedremmo il Nexus vs Corre a WrestleMania: a scontrarsi, probabilmente saranno Otunga, Ryan e McGillicutty contro Slater, Gabriel e Jackson. I due leader, invece, saranno molto probabilmente utilizzati in altre contese (più precisamente, Barrett potrebbe andare a scontrarsi contro Undertaker).

Annunciati 34 partecipanti della Royal Rumble

A meno di 24 ore dalla Royal Rumble, la WWE ha reso noti 34 dei 40 partecipanti alla Royal Rumble.

  1. Alberto Del Rio
  2. Big Show
  3. Chris Masters
  4. CM Punk
  5. Daniel Bryan
  6. Darren Young
  7. David Hart Smith
  8. David Otunga
  9. Drew McIntyre
  10. Ezekiel Jackson
  11. Heath Slater
  12. Husky Harris
  13. Jack Swagger
  14. John Cena
  15. JTG
  16. John Morrison
  17. Justin Gabriel
  18. Kane
  19. Kofi Kingston
  20. Mark Henry
  21. Mason Ryan
  22. Michael McGillicutty
  23. Primo
  24. R-Truth
  25. Rey Mysterio
  26. Santino Marella
  27. Sheamus
  28. Ted DiBiase
  29. Tyson Kidd
  30. Vladimir Kozlov
  31. Wade Barrett
  32. William Regal
  33. Yoshi Tatsu
  34. Zack Ryder

Mancano sei wrestler, molto probabilmente grandi nomi e grandi sorprese come potrebbero essere per esempio Triple H, Goldberg o addirittura Brock Lesnar.

Annunciati i primi 21 partecipanti della Rumble

La WWE ha reso noti i nomi dei primi ventuno wrestler che saranno coinvolti nella Royal Rumble che, quest’anno, vedrà impegnati ben 40 uomini. Qui di seguito, l’elenco.

  1. Alberto Del Rio
  2. CM Punk
  3. Cody Rhodes
  4. Daniel Bryan
  5. Darren Young
  6. David Hart Smith
  7. David Otunga
  8. Husky Harris
  9. John Cena
  10. John Morrison
  11. Mark Henry
  12. Michael McGillicutty
  13. Primo
  14. R-Truth
  15. Rey Mysterio
  16. Sheamus
  17. Ted DiBiase
  18. Tyson Kidd
  19. William Regal
  20. Yoshi Tatsu
  21. Zack Ryder