Archive for the ‘Tour’ Category

SummerSlam 2013 in Gran Bretagna?

Potrebbe trattarsi di un ritorno in grande stile per la WWE in Europa, nel corso della prossima estate 2013.

Durante l’ultimo tour europeo, finito qualche giorno fa, la WWE ha parlato con i dirigenti di tre grandi stadi della Gran Bretagna, precisamente con quelli del Wembley di Londra, dell’Old Trafford di Manchester e con quelli del Millenium Stadium di Cardiff (Galles). Tutti questi stadi hanno una capienza di circa 70.000 persone e, quindi, la WWE ha in mente un grandissimo show, paragonabile a WrestleMania, nel vecchio continente.

L’idea, molto probabilmente, è quella di riportare SummerSlam nell’isola britannica, a ventun’anni dall’ultima volta, quando nel 1992 la WWE tenne proprio il PPV estivo nello stadio di Wembley.

Annunci

LA WWE IN ITALIA AD APRILE

La WWE ha annunciato che per il WrestleMania Revenge Tour dell’aprile prossimo farà doppia tappa in Italia, nei giorni del 25 e 26.

La crew della WWE, con il roster di SmackDown!, passerà dall’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (Bologna) e al Palatrieste di Trieste.

I biglietti sono già in vendita su Ticketone.

Fino a novembre, i titoli rimarranno in mano agli attuali campioni

In base alle prime card previste per il prossimo tour in Regno Unito della WWE a novembre, pare che i titoli massimi resteranno in mano a CM Punk e Sheamus fino ad allora.

Da quanto risulta dalle card degli house show, CM Punk sfiderà John Cena, difendendo il suo WWE Title dal wrestler di Boston, suggerendo, quindi, che a Night of Champions non ci sarà il passaggio di mano.

Per quanto riguarda, invece, Dolph Ziggler, si ipotizza che il protetto di Vickie Guerrero possa incassare la valigetta contro Sheamus durante i tapings di SmackDown! che si terranno sull’isola britannica.

Ovviamente, da qui a novembre molte cose potrebbero cambiare, così come anche i campioni, modificando le card per ora annunciate.

Due superstar infortunate recentemente

In seguito all’attacco di Sheamus ai danni di Alberto Del Rio nell’ultima puntata di SmackDown!, il wrestler messicano potrebbe aver avrebbe subito una commozione cerebrale e questo potrebbe metterlo fuori gioco per un po’ di tempo.

La presenza di Del Rio non era prevista nell’house show di Sailsbury (Maryland) e potrebbe addirittura No Way Out, anche se la WWE non ha lasciato annunci a riguardo.

Nel tour in Spagna, invece, manca R-Truth, a quanto pare infortunato ad un piede e anche lui rischia di saltare degli show nel prossimo futuro. A sostituirlo, accanto a Kofi Kingston nella difesa dei titoli di coppia, ci sono stati Zack Ryder e Brodus Clay.

Y2J sospeso per 30 giorni

È arrivato l’annuncio ufficiale della WWE che informa che Chris Jericho, in seguito all’incidente accaduto a San Paolo (Brasile) il 24 maggio scorso, è stato sospeso per 30 giorni. Presumibilmente, quindi, tornerà intorno il 24 giugno, saltando No Way Out.

Aggiornamento sull’incidente di Jericho in Brasile

Dopo la sospensione di Chris Jericho in seguito all’incidente avvenuto in Brasile (vilipendio della bandiera brasiliana), la WWE ha sostituito il nome di Jericho con quello di Daniel Bryan, che prenderà il suo posto nell’imminente tour spagnolo. Resta, comunque, la sua presenza per No Way Out, almeno fino ad ora.

Inoltre, due ex grandi superstar della WWE hanno commentato la storia: Shawn Michaels dice di essersi ritrovato accusato per aver dato, in un certo senso, il via a questa serie di gesti irrispettosi nei confronti della bandiera dato che è stato uno dei tanti a oltraggiare la bandiera canadese (specie nella faida contro Bret Hart). Michaels ha fatto presente che Jericho lo ha fatto per intrattenere il pubblico, non per insultare il Brasile e, comunque, ha sottolineato come la “E” di WWE sta per intrattenimento (entertainment). Per Michaels, comunque, gran parte della colpa è di internet e dei media che ingigantiscono esponenzialmente la questione.

Dello stesso avviso è anche JBL, che ha difeso Jericho dicendo che ha operato con un heel old school in una nuova era: anni fa Jericho sarebbe stato apprezzato (dal punto di vista dell’intrattenimento) per la mossa, oggi no e, per questo, Y2J si è scusato con tutti, assumendosi le responsabilità del gesto e subendo le conseguenze. Bradshaw ha ricordato anche come una cosa del genere avvenne anni fa con Sgt. Slaughter che bruciò la bandiera e come lui stesso fu protagonista di un incidente simile in Germania quando fece il saluto nazista.

Chris Jericho sospeso a tempo indeterminato

Il sito scandalistico TMZ.com riporta che la WWE ha sospeso a tempo indeterminato Chris Jericho dopo l’house show di ieri a San Paolo (Brasile).

“Chris Jericho è stato sospeso indefinitivamente a causa dell’atto irresponsabile di denigrare la bandiera brasiliana durante un evento WWE a San Paolo il 24 maggio. La WWE si è già scusata con i cittadini ed il governo del Brasile per questo incidente”, riporta il sito.

La storia racconta che Chris Jericho, durante il main event contro CM Punk, ha provato ad attirare le ire del pubblico calciando la bandiera brasiliana commettendo, ingenuamente, vilipendio alla bandiera. La polizia ha, quindi, sospeso il main event permettendo a Jericho di scusarsi con il pubblico e, dunque, il match è ripreso. Alternativa alle scuse di Jericho sarebbe stato il suo arresto.

Si è scoperto che questo atto di Jericho non era stato previsto con i booker della federazione. Inoltre, su Twitter Jericho ha scritto: “Per quello che vale, io amo il Brasile e vorrei avessimo potuto trascorrere più tempo lì. Paese stupendo!”

Inoltre, sul sito della WWE, che ovviamente ha annunciato la sospensione, ci sono le parole di Jericho che spiega come è andata: “Ho sbagliato nel modo in cui ho chiamato in causa i fans brasiliani. Mi sono scusato con il pubblico per non averli rispettati. È stata una mossa poco astuta, l’ho fatta pensando che avrei voluto intrattenere i fans e accetto le conseguenze”.

Tour in oriente previsto ad agosto

Nel mese di agosto, la WWE terrà due date a Tokyo, il 9 e 10 agosto, per poi approdare a Shangai l’11 agosto successivo.

Passato di mano un titolo a Tolosa?

Durante l’house show che si è tenuto fino a qualche ora fa a Tolosa (Francia), era giunta la notizia che Santino Marella fosse stato sconfitto da Jack Swagger e, quindi, avesse perso lo U.S. Title a favore dell'”All-American American”.

Le cose, però, non stanno proprio così: subito dopo questo apparente cambio di mano, il match è stato fatto ripartire con un altro arbitro e Santino Marella ha sconfitto Swagger, mantenendo il titolo.

Jericho infortunato a Milano

Durante il No-DQ match contro CM Punk valido per il WWE Title disputato a Milano nel WrestleMania Revenge Tour, Chris Jericho ha riportato una ferita alla fronte, che è stata medicata con tre punti di sutura.

Oggi la crew sarà a Tolosa, in Francia, e Jericho ha promesso vendetta su Twitter.