Archive for the ‘Hall of Fame’ Category

BRUNO SAMMARTINO NELLA HALL OF FAME

Dopo vari tira e molla, conferme e smentite, allontanamenti e riavvicinamenti, la notizia è arrivata ufficialmente ieri: “The Living Legend” Bruno Sammartino sarà introdotto nella WWE Hall of Fame il 6 aprile prossimo, durante la cerimonia che si terrà al Madison Square Garden di New York.

Merito di questa grandissima impresa è di Triple H che, dopo aver ricevuto il via libera da Vince McMahon, si è preoccupato personalmente di contattare di più longevo WWE Champion della storia e contrattare per avere l’onore di introdurlo nella Hall of Fame.

Si racconta che Sammartino abbia voluto prendere le distanze dal wrestling moderno e Triple H gli abbia chiesto su cosa si potesse lavorare per trovare un punto di incontro. Sammartino ha parlato di un prodotto adatto alle famiglie e con un occhio di riguardo alla salute degli atleti, permettendo a “The Game” di portare come tesi a favore il Wellness Program e il fatto che la WWE fosse diventata Rated PG già da qualche anno e, quindi, definibile come un programma per famiglie.

Tutto ciò ha solo convinto sempre più Sammartino a voler deporre l’ascia di guerra contro il wrestling e Vince McMahon in primis e, ora, si è solo in attesa di una stretta di mano fra il Chairman e Sammartino.

Annunci

Trish Stratus commenta l’introduzione nella Hall of Fame

Con un messaggio su Twitter, la 7 volte campionessa Trish Stratus commenta così la sua introduzione nella Classe 2013 della Hall of Fame.

“Non ci posso ancora credere. Sono così onorata di poter essere al fianco dei più grandi della storia della WWE, come fan del wrestling, sono ancora a bocca aperta! È semplicemente incredibile!”.

La Stratus si aggiunge ai già annunciati Mick Foley e Bob Backlund.

Trish Stratus nella classe 2013 della Hall of Fame

Con un annuncio ufficiale a RAW, la 7 volte Women’s Champion Trish Stratus verrà introdotta nella Hall of Fame il 6 aprile prossimo, durante la cerimonia che si terrà al Madison Square Garden di New York.

Arrivata l’ufficialità di Foley nella Hall of Fame

Ieri si rincorrevano le voci riguardanti l’introduzione di Mick Foley nella WWE Hall of Fame in seguito ad un articolo del New York Post riguardante ciò. Nelle ore seguenti, la WWE ha annunciato ufficialmente che l'”Hardcore Legend” è il primo nome della Classe 2013 della sua Hall of Fame.

In un messaggio su Twitter, in cui Foley commenta ciò, ha espresso il desiderio di voler essere introdotto da uno di queste due personalità a lui molto care: Terry Funk e Jim Ross.

Mick Foley è il primo Hall of Famer del 2013

Il New York Post ha riportato la notizia che il primo ad essere introdotto nella WWE Hall of Fame Class 2013 sarà l'”Hardcore Legend” Mick Foley.

Nelle ultime settimane, il nome di Foley era quello più gettonato per la sua introduzione quest’anno nella Hall of Fame e oggi è giunta l’ufficialità. Ricordiamo che la cerimonia di introduzione sarà il prossimo 6 aprile al Madison Square Garden di New York City.

Own Hart nella Hall of Fame?

La dirigenza della WWE ha discusso riguardo la possibile introduzione di Owen Hart nella classe 2013 della Hall of Fame, tendendo la mano verso le vedova Martha Hart a chiudere la causa giudiziaria. Tuttavia pare che la moglie del fratello di Bret Hart abbia rifiutato. D’altra parte, c’è il presentimento che, procedendo con le trattative, si giunga ad un accordo che porterà all’introduzione di Owen.

Tra gli altri nomi possibili all’introduzione nella Hall of Fame ci sono Big Bossman, Mick Foley e Kevin Nash, anche se presto la dirigenza chiederà internamente suggerimenti per i prossimi possibili Hall of Famer.

Orlando sede dell’edificio della Hall of Fame?

Pare che le trattative per la creazione dell’edificio per la WWE Hall of Fame siano quasi giunte al termine e la sede prescelta dovrebbe essere Orlando (Florida). Triple H è stato quello che ha diretto in prima persona le trattative.

La città di Orlando è stata da sempre in prima linea in quanto, comunque, ha ospitato due edizioni di WrestleMania in 10 anni, ricordando quella più recente nel 2008, la ventiquattresima edizione. Inoltre, la WWE sostiene che la sede della Hall of Fame darà un valore aggiunto alla città della Florida.

Tuttavia, qualora le cose dovessero saltare all’ultimo minuto, la federazione sta passando al vaglio la possibilità di avvicinare quanto più possibile la sede della Hall of Fame al QG della WWE, ovvero più vicina al Connecticut.

CM Punk consiglia per la Hall of Fame

Durante la cerimonia di Roster Reveal per WWE ’13, nuovo videogame targato Stamford, CM Punk ha proposto il nome della storica annunciatrice di RAW, ora a SmackDown!, Lilian Garcia per la Hall of Fame dell’anno prossimo.

Subito su Twitter, un fan si è complimentato con Punk per il pensiero e la stessa Garcia ha commentato dicendo: “È stato così carino da parte sua”.

Hall of Fame 2013: Sammartino declina l’offerta

Nei giorni scorsi girava la notizia secondo la quale la WWE avesse contattato “The Living Legend” Bruno Sammartino per introdurlo nella Classe 2013 della Hall of Fame.

Nelle ultime ore, il promoter Sal Corrente, ha informato su Twitter che Sammartino non vuole essere introdotto nella Hall of Fame, confermando comunque che la notizia dei contatti tra le parti c’è stata. Ricordiamo che Bruno Sammartino è il WWE Champion più longevo della storia della WWE, contando oltre 2.800 giorni di regno (7 anni e 8 mesi) consecutivi.

Altro nome papabile per la Hall of Fame è la ex Diva nonché moglie di Brock Lesnar, Sable.

Ancora heat nei confronti di Rocky

Con WrestleMania alle spalle, non si spegne il malumore di alcune superstar nei confronti di The Rock. Se prima, il punto cardine della questione era il main event del Grandaddy of ‘em All “rubato” con un anno di anticipo, adesso è la sua mancata presenza alla Hall of Fame.

Le superstar, infatti, l’hanno presa come una mancanza di rispetto quella di The Rock che, come main eventer, e soprattutto per il fatto che, non lavorando duecento giorni l’anno on the road, non abbia presenziato alla cerimonia della Hall of Fame che, per molti, è diventato una sorta di rituale, ringraziamento e dimostrazione di rispetto nei confronti della federazione e di coloro che sono entrati a far parte di questa élite.